www.naturalfunghi.it
METODO
Il nostro lavoro è naturale
Il ciclo di vita dei funghi
LA SCOPERTA DI UN MONDO

I funghi sono organismi straordinari, che presentano caratteristiche accomunabili in parte alle piante e in parte agli animali, pur non appartenendo di fatto a nessuno di questi due mondi. Di questo regno meraviglioso, ciò che noi vediamo, raccogliamo e gustiamo è il cosiddetto carpoforo, che altro non è che l’organo meccanicamente destinato alla diffusione delle spore, e che rappresenta pertanto solo una parte di un sistema complesso, composto appunto anche di altri organi (spore, micelio,carpoforo ecc.).
01 - La stanza di coltivazione
01 - La stanza di coltivazione
La prima fase prevede la sistemazione dei pani di substrato in una grotta o in una stanza climatizzata. Il substrato, composto da un aggregato di paglie di cereali o ricavate dal legno, può essere semplicemente inoculato coi semi di micelio del fungo, oppure parzialmente o totalmente incubato, e in questo caso è pronto alla produzione dei carpofori. Questa fase, quella cioè che porta il substrato al temine del periodo di incubazione e alla comparsa dei primordi del fungo, può variare da 1 a 4 settimane, tra cui ovviamente la tipologia di fungo messo in coltivazione.
02 - I Funghi crescono
02 - I Funghi crescono
Con la comparsa dei primordi inzia il periodo di accrescimento, al termine del quale il carpoforo avrà raggiunto la maturazione completa e sarà quindi in grado di assolvere la sua funzione, che è appunto quella di rilasciare nell’ambiente circostante le spore, che
rappresentano i “semi” per la riproduzione. Al termine di questa fase il fungo è pronto per la raccolta !
03 - La Raccolta
03 - La Raccolta
La raccolta, a seconda del tipo di fungo, avverrà in un’unica fase di uno/due giorni o in più fasi successive (le cosiddette “volate”), intervallate tra loro anche di molti giorni, tra l’una e l’altra delle quali il fungo replica il ciclo di accrescimento. Il ciclo di coltivazione nella sua totalità pertanto potrà avere una durata molto variabile (da 3 settimane fino a 3 mesi) da un fungo all’altro.
04 - La Selezione
04 - La Selezione
Una volta raccolti, i funghi migliori per dimensione e conformazione saranno destinati alla vendita del prodotto fresco, mentre tutti i restanti verranno trasformati in prodotto essiccato, in crema o sottolio. Visita la sezione “prodotti” per scoprirli tutti.
05 - Il Trasporto
05 - Il Trasporto
Per noi garantire la qualità, la freschezza, il rispetto della catena del freddo, la frequenza e la puntualità dell’approvvigionamento ai nostri clienti è fondamentale. Pertanto, la distribuzione del prodotto è curata principalmente da noi stessi.
06 - Pronti in Tavola
06 - Pronti in Tavola
Finalmente pronti per essere serviti in tavola. Visita la nostra sezione “ricette” e scopri i mille gustosi modi di preparare i nostri prodotti, dai più semplici ai più elaborati.
07 - Il Riutilizzo del substrato
07 - Il Riutilizzo del substrato
Nella logica dell’economia circolare, ai cui principi ci ispiriamo nella nostra attività, potrà interessarti sapere che i substrati di coltivazione, anche se considerati esausti per le finalità della produzione primaria, sono in realtà ancora ricchi di sostanze utili all’ambiente, e possono pertanto rientrare nel ciclo naturale come fertilizzanti o ammendanti in agricoltura, o ancora come materia prima per la produzione di humus di lombrichi
08 - Una fonte di salute e benessere
08 - Una fonte di salute e benessere
Non solo un’eccellenza alimentare: i funghi hanno anche importanti valori nutrizionali per il tuo benessere e la tua salute. Scopri nella sezione “funghi” come le loro proprietà possono aiutarti a stare meglio e far parte di questo meraviglioso “ciclo di vita”!
È facile coltivarli?
FATTORI MICROCLIMATICI
E AMBIENTALI PER LA VITA DEI FUNGHI.

Far nascere funghi su substrato artificiale a livello amatoriale non è particolarmente difficile nei periodi dell’anno climaticamente favorevoli. Ma, se si vuole affrontare la produzione a livello professionale e continuativa durante tutto l’arco dell’anno, le cose cambiano di molto. La coltivazione efficace richiede la combinazione di una pluralità di fattori microclimatici e ambientali, che in parte o in tutto devono essere contenuti in un range definito per poter conseguire un risultato ottimale. La coltivazione indoor, oltre a rendere possibile il mantenimento controllato delle condizioni di sanificazione preventiva degli ambienti di coltivazione, consente di monitorare e correggere adeguatamente tali parametri senza ricorso a fitofarmaci o fertilizzanti di alcun genere, favorendo così la crescita di un prodotto salubre e genuino.
Fotografia
Funghi in natura
QUEL “MONDO DI MEZZO”, UN PÒ ANIMALE UN PÒ VEGETALE

Molti ci domandano se sia possibile replicare in condizioni artificiali la produzione di qualsiasi specie di fungo esistente in natura. Ebbene, la risposta è NO. I funghi sono organismi “eterotrofi”, vale a dire che, contrariamente ai vegetali, si nutrono di materia organica fornita da altri organismi. A seconda della modalità con cui assolvono a questa funzione, essi si dividono in categorie ben distinte, una sola delle quali comprende i funghi cosiddetti “saprofiti”, quelli cioè che è possibile coltivare. Per nostra fortuna la natura, pur delimitando il campo delle possibilità di replicare le prelibatezze che ci sa offrire, ci consente comunque di annoverare tra i coltivabili numerosi prodotti eccellenti commestibili, tra i quali appunto tutti quelli che attualmente produciamo.